Castellazzi Raffaele

Scritto da Raffaele Castellazzi. Postato in EDUCAZIONE

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Indice articoli

Vi indico un professionista davvero speciale, il diabetologo 

Castellazzi Raffaele

Specialista in Diabetologia

Tel 011331124

 


 

 


 

 


 

                                                                                                   

Si può essere diabetici senza saperlo, ma una sete intensa e conseguenti orinazioni frequenti, un dimagrimento o una stanchezza improvvisa dovrebbero allarmarci.

Il diabete è dovuto ad un eccesso di zucchero (glucosio) nel sangue dove normalmente è sui 100 milligrammi per decilitro (glicemia) ma che se supera i 126 mg. a digiuno fa sospettare un diabete mellito. Quando la glicemia supera i 180 milligrammi lo zucchero in eccesso viene eliminato con l’urina, per cui anche un semplice esame dell’urina può dirci se siamo diabetici.

Il diabete può comparire nell’adulto, favorito dall’ereditarietà, dall’obesità e dallo scarso movimento (NID o di secondo tipo), ma anche in giovane età per un processo autoimmune, cioè per un’aggressione del nostro organismo verso le cellule beta del proprio pancreas, cellule deputate alla produzione d’insulina, un ormone che regola il tasso di zucchero nel sangue (ID o diabete di primo tipo). Se il pancreas è distrutto o quasi l’unica cura è l’insulina, ma se è solo sofferente si possono utilizzare le sulfaniluree, delle compresse che lo stimolano a produrre più insulina, il che, associato ad una dieta povera di zuccheri e ad una maggior attività fisica può riportare la glicemia nella norma. La dieta è il cardine di ogni terapia: richiede un sacrificio, specie per i bambini, che è l’esclusione di bevande e alimenti dolci, ma poi è sufficiente un controllo del pane (120 grammi al dì), della pasta o del riso (70 grammi) della frutta (2-3 frutti al dì) delle patate e dei legumi che possono essere consumati al posto della pasta. Carne, pesce e verdura, poveri di carboidrati, possono essere consumati normalmente.

Il diabete fortunatamente non fa male, ma non bisogna fidarsi. Dopo anni può portare a delle complicanze come la retinopatia con un calo della vista, la nefropatia con un calo della funzionalità renale, l’arteriopatia generalizzata con maggior rischio di infarto, ictus e ulcere ai piedi. I piedi sono delicati nei diabetici: non bisogna camminare scalzi perché per la neuropatia ci si può ferire senza accorgersene, non bisogna lavarli con acqua troppo calda per il rischio di ustioni, non bisogna usare scarpe troppo strette e non bisogna tagliare malamente calli e duroni col rischio di infettarli.Un tempo per una donna diabetica l’avere un bimbo era un problema. Nascevano dei bimbi troppo grossi, di quattro – cinque chili, ma fragili. Ora con l’insulina e il controllo attento della glicemia ciò non succede più. Il diabetico, al contrario di un cardiopatico che non può certo farsi un elettrocardiogramma da solo e capirlo, ha la fortuna che con un apprecchietto, il reflettometro, può farsi la glicemia da solo e capire in ogni momento come sta.

C’è ancora un esame importante per il diabetico: l’emoglobina glicosilata (valori normali fino al 6 %) che ci svela il grado di compenso negli ultimi due mesi, tant’è che una glicemia elevata, magari provocata da uno stress, non deve spaventarci se siamo abitualmente corretti nella cura.

 

                                                                                  Dr.Castellazzi Raffaele

                                                                            


 


 

Planisfero nuovi iscritti al sito www.studiocastellazzi.com

Seguici su Facebook

Traduci il sito per me

Traduci in ogni lingua per me

 

web

Sondaggio

Dimagrire
  • Voti: (0%)
  • Voti: (0%)
  • Voti: (0%)
  • Voti: (0%)
  • Voti: (0%)
  • Voti: (0%)
  • Voti: (0%)
  • Voti: (0%)
  • Voti: (0%)
Totale dei voti:
Primo voto:
Ultimo voto:
La Sessualita'
  • Voti: (0%)
  • Voti: (0%)
  • Voti: (0%)
  • Voti: (0%)
  • Voti: (0%)
  • Voti: (0%)
  • Voti: (0%)
  • Voti: (0%)
  • Voti: (0%)
  • Voti: (0%)
Totale dei voti:
Primo voto:
Ultimo voto:

QR code

Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando o chiudendo questo messaggio, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Per saperne di più, clicca su "Approfondisci".