Blu whale

Scritto da Marco Castellazzi. Postato in Comportamento

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

blu whale

Blu Whale Challenge BWC

#bluewhalechallenge


Cosa sai ?

Come nasce il fenomeno ?
Intanto il nome Balena Blu ricorda erroneamente il suicidio delle balene che si piaggiano senza apparente motivo in alcune zone del mondo e questo ricorda ciò’ che si cerca di ricreare per emulazione nella società’ in particolare nei giovani psicolabili legati ai social.
Questo tipo di sfida nasce in Russia inventata da Philipp Budeikin psicologo fallito ed espulso dai canali ufficiali al fine di pulire la società’ da soggetti sensibili e inducibili o influenzabili portandoli al suicidio. Il fenomeno si verifica in Russia tra il 2013 e il 2015. Questa persona e’ stata arrestata nel Novembre del 2016.
Il fenomeno si e’ poi diffuso lo scorso anno in Brasile e ora e’ approdato qui in Europa.
Ricordiamo pero’ che in Russia la percentuale di suicidi tra adolescenti è tre volte più alta della media mondiale: negli ultimi dieci anni i giovani tra i 15 e i 19 anni a suicidarsi sono stati intorno ai 1500 all’anno.

Scopi ?
In realtà lo scopo di queste sfide non sarebbe tanto quello di indurre i giovani al suicidio, ma di fare marketing cavalcando una moda del momento, per avere pubblicità e traffico. Sul social network VKontakte “ facebook russo “ infatti, è possibile raccogliere pubblicità e guadagnare soldi grazie alle visite sulle proprie pagine. Il guadagno di un tanto al Kg e’ una bufala.

Consigli e avvertimenti per tutti da parte di Noi professionisti della salute e della polizia postale ( da avvisare se si hanno dubbi):
1. individuare la presenza di eventuali soggetti che si dedicano ad indurre minorenni ad atti di autolesionismo ed al suicidio attraverso l’uso di canali social e app.
2. individuare giovani che emulano comportamenti autolesionistici
3. i soggetti adolescenti sono i piu’ vulnerabili
4. sono particolarmente a rischio i soggetti in solitudine tristi o depressi
5. individuare soggetti fragili, vulnerabili o depressi che condividono con i coetanei il malessere e senza una guida di un sanitario
6. parlare del fenomeno e comprendere le opinioni dei figli
7. parlare della sicurezza su internet
8. rilevare i cambiamenti di umore o della condotta scolastica specie se seguono ritmi di 50 giorni e sono sistematici
9. valutare se esistono risvegli programmati per le 4,30 del mattino ( lo prevede il protocollo)
10. Ispezionare se possibile arti e torace del soggetto
11. avvisare il soggetto che si può’ essere manipolati a propria insaputa
12. evidenziare che si può’ essere tristi o fallire e che capita a tutti e tutto ciò’ forma il carattere e rende forti
13. se si e’ intrapreso un percorso errato ci si può’ fermare e uscire , nessuno ci impone obblighi ciò e’ segno di coraggio e non di debolezza
14. chi fa adescamento on line compie un vero e proprio reato
15. attenzione al bullismo che può’ innescare la situazione
16. nel dubbio allertare il sito on line della polizia di stato www.commissariatodips.it
17. la polizia postale in caso di necessita’ si confronta con l’Interpol e l’europol
18. si può’ telefonare o chattare con Telefono azzurro
19. sappiate che molti social mandano messaggio pop up di protezione e avviso alla persona se digita parole chiave rischiose nella ricerca di un termine a rischio
20. valutare il contatto con un terapeuta
21. Apple, Windows e Android offrono poi agli adulti delle semplici funzioni per attivare dei filtri per minori sui propri dispositivi e software, per evitare che bambini e adolescenti visitino siti con materiale pericoloso.
22. tale sfida sembra ripercorrere le dinamiche note del KnockOut game o della sfida allo svenimento

Come funziona ?
Questa sfida consisterebbe nel compiere una serie di gesti di automutilazione, da condividere online sui social come :Instagram, WhatsApp, Facebook, chat.
L’ultima sfida e’ il suicidio generalmente per precipitazione ma anche in altri modi suggeriti dal tutor.
Ad orchestrare le operazioni, infatti sarebbe un "curatore" o “ tutor”, che guiderebbe i soggetti psicologicamente vulnerabili prova dopo prova, dopo averli convinti di possedere informazioni che possono far male alla loro famiglia.
Il tutor sfrutta gli atteggiamenti autolesionistici del soggetto e lo manipola a Sua insaputa, ciò’ accade solo se il soggetto e’ vulnerabile o sofferente per diversi motivi.
Chi partecipa alla sfida si provocherebbe, prima di tutto, dei tagli alle braccia e pubblicherebbe post contrassegnati dall'hashtag #f57 ( dal nome di un gruppo russo di ragazzi votati al suicidio)

La sfida avrebbe provocato molte vittime sia in Russia che in altre parti del mondo ma molte non sono verificate.

La Blue Whale, che letteralmente significa balena blu, dura 50 giorni e ha regole ben precise eccole ( DA NON SEGUIRE):

1- Incidetevi sulla mano con il rasoio "f57" e inviate una foto al curatore

2 - Alzatevi alle 4.20 del mattino e guardate video psichedelici e dell'orrore che il curatore vi invia direttamente

3 - Tagliatevi il braccio con un rasoio lungo le vene, ma non tagli troppo profondi. Solo tre tagli, poi inviate la foto al curatore

4 - Disegnate una balena su un pezzo di carta e inviate una foto al curatore

5 - Se siete pronti a "diventare una balena" incidetevi "yes" su una gamba. Se non lo siete tagliatevi molte volte. Dovete punirvi

6 - Sfida misteriosa

7 - Incidetevi sulla mano con il rasoio "f57" e inviate una foto al curatore

8 - Scrivete "#i_am_whale" nel vostro status sul vostro social

9 - Dovete superare la vostra paura

10 - Dovete svegliarvi alle 4.20 del mattino e andare sul tetto di un palazzo altissimo

11 - Incidetevi con il rasoio una balena sulla mano e inviate la foto al curatore

12 - Guardate video psichedelici e dell'orrore tutto il giorno

13 - Ascoltate la musica che vi inviano i curatori

14 - Tagliatevi il labbro

15 - Passate un ago sulla vostra mano più volte

16 - Procuratevi del dolore, fatevi del male

17 - Andate sul tetto del palazzo più alto e state sul cornicione per un po' di tempo

18 - Andate su un ponte e state sul bordo

19 - Salite su una gru o almeno cercate di farlo

20 - Il curatore controlla se siete affidabili

21 - Abbiate una conversazione "con una balena" (con un altro giocatore come voi o con un curatore) su Skype

22 - Andate su un tetto e sedetevi sul bordo con le gambe a penzoloni

23 - Un'altra sfida misteriosa

24 - Compito segreto

25 - Abbiate un incontro con una "balena"

26 - Il curatore vi dirà la data della vostra morte e voi dovrete accettarla

27 - Alzatevi alle 4.20 del mattino e andate a visitare i binari di una stazione ferroviaria

28 - non parlate con nessuno per tutto il giorno

29 - Fate un vocale dove dite che siete una balena

dalla 30 alla 49 - Ogni giorno svegliatevi alle 4. 20 del mattino, guardate i video horror, ascoltate la musica che il curatore vi mandi, fatevi un taglio sul corpo al giorno, parlate a "una balena"

50 - Saltate da un edificio alto. Prendetevi la vostra vita.

Articolo scritto da Castellazzi Dr. Marco www.studiocastellazzi.com

Non seguite le indicazioni della sfida mai, se siete in dubbio contattate un sanitario come già’ indicato o la polizia postale.


 


 

Planisfero nuovi iscritti al sito www.studiocastellazzi.com

Seguici su Facebook

Traduci il sito per me

Traduci in ogni lingua per me

 

web

QR code

Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando o chiudendo questo messaggio, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Per saperne di più, clicca su "Approfondisci".