Nao anticoagulanti

Scritto da Marco Castellazzi. Postato in MEDICINA

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

sangue

Scoagulare ?

Ecco uno dei difetti dei Nuovi Anticoagulanti Orali

I NAO sono farmaci innovativi e insostituibili nella gestione del paziente con FA, nel quale riducono in modo rilevante il rischio di ictus e che, in base alle evidenze in merito, sono stati inclusi nelle raccomandazioni delle nuove linee guida sulla gestione della FA, che li definiscono trattamento di prima linea. A fronte della loro insostituibilità comportano però un leggero aumento del rischio di eventi gastrointestinali maggiori che, negli studi registrativi, risultano compresi tra l1.5% e il 3%. Per il contenimento di questi eventi è dunque bene considerare una concomitante terapia con gastroprotettori quali gli IPP, soprattutto in pazienti predisposti, anziani, che abbiano già avuto eventi gastrointestinali. Per alcuni NAO l'assorbimento ottimale del farmaco è vincolato alla presenza di un ambiente acido che per esempio, nella formulazione commerciale di dabigatran, viene garantito dalla presenza di acido tartarico, una molecola potenzialmente lesiva per la mucosa dello stomaco che suggerisce la necessità di una gastroprotezione con IPP. L'assorbimento dell'anticoagulante si riduce ma, non interferendo con i suoi effetti terapeutici, viene definito clinicamente silente.

Scopri anche : Terapia anticoagulante orale TAO Sangue e memoria Sangue & donatori ESAMI SANGUE ZECCA VITAMINA B 12 GLOBULI ROSSI linfonodo sentinella Tonsille pus Sangue.


 


 

Planisfero nuovi iscritti al sito www.studiocastellazzi.com

Seguici su Facebook

Traduci il sito per me

Traduci in ogni lingua per me

 

web

QR code

Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando o chiudendo questo messaggio, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Per saperne di più, clicca su "Approfondisci".