Grassa gravidanza

Scritto da Marco Castellazzi. Postato in Alimentazione

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

donna

Gravida ? Obesa ?

Non vi e' mai successo di dire a una donna gravida pre termine e obesa " ma non si vede ! "

Certo e' normale il nascituro e' custodito e celato nell'addome e nel grasso corporeo !

Per le donne in gravidanza è fondamentale mantenere un peso nella norma, lo conferma una ricerca nata dalla collaborazione fra l'Università Ebraica di Gerusalemme e l'Università di Washington pubblicata sulla rivista Circulation.

I figli di donne in sovrappeso sono più esposti a una serie di patologie cardiovascolari: colesterolo alto, iperglicemia e ipertensione. Nel caso in cui la madre ingrassi più di 14 chili, l'indice di massa corporea del figlio si innalza in maniera esponenziale rispetto a quello registrato da soggetti la cui madre è ingrassata meno di 9 chili.

Nei figli di mamme obese la probabilità di diventare a loro volta obesi o in sovrappeso è quattro volte maggiore rispetto alla media. Ad aumentare il rischio concorrono anche altri fattori, fra cui il fumo e la carenza di vitamina D.

I primi anni di vita sono gli anni in cui avviene la programmazione dell’appetito e della regolazione metabolica del bambino che ha delle conseguenze sul lungo periodo relative al rischio di diventare sovrappeso. Per quanto l’importanza della prevenzione precoce sia riconosciuta, tuttavia ci si concentra per lo più sui bambini in età scolare. Invece gli interventi per prevenire l'obesità devono iniziare anche prima del concepimento, quando avere un peso corporeo nella norma e non fumare potrebbe essere fondamentale.

Il prof. Hochner ha commentato così la scoperta: "ora sappiamo che eventi che accadono precocemente durante la vita del feto hanno conseguenze a lungo termine sulla salute dell'individuo adulto". Il rischio è anche quello del diabete gestazionale, che comporta rischi di aborti, morti intrauterine, crescita abnorme del feto, e malformazioni nel neonato.

Inoltre talvolta comporta la difficoltà del pancreas di contrastare con una maggior produzione di insulina l'aumento dei livelli di glicemia provocato dagli ormoni della placenta, in particolare dal ''lattogeno placentare'', un disagio che si manifesta in donne sane che non hanno mai presentato sintomi in qualche modo riconducibili al diabete.

Circostanze che possono favorire forme di gestosi, una complicanza caratterizzata da crisi pressorie con danni renali che spesso provocano l'interruzione della gravidanza e, talvolta, si sono rivelate perfino mortali.

Vedi anche : Dieta VLCDTiroide e dieta Dieta e fallimenti Dieta ideale Dieta e genetica ANDREA CRISTINA .

 


 


 

Planisfero nuovi iscritti al sito www.studiocastellazzi.com

Seguici su Facebook

Traduci il sito per me

Traduci in ogni lingua per me

 

web

QR code

Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando o chiudendo questo messaggio, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Per saperne di più, clicca su "Approfondisci".