Falloplastica

Scritto da Marco Castellazzi. Postato in MEDICINA

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

fallo_legno

Chirurgia speciale sulle parti intime


I chirurghi specializzati negli interventi di falloplastica si avvalgono di molteplici tecniche operatorie, in funzione delle caratteristiche del paziente e dell'entità del problema.
Quale che sia la procedura adottata, il delicato intervento di ricostruzione dell'organo sessuale maschile comporta una cicatrice permanente nell'area del corpo da cui è stato necessario prelevare il tessuto, il cosiddetto "lembo".
Per questa ragione, si sceglie in alcuni casi di utilizzare un lembo prelevato dal perone, in altri si asporta tessuto dall'avambraccio.
Caratteristiche del neo organo
A livello prettamente tecnico, le tecniche chirurgiche possono comportare cicatrici più o meno prominenti e visibili, ma vi sono anche alcune differenze riguardanti le caratteristiche del neo organo:
* la rigidità naturale, che può essere maggiore o minore in funzione del tessuto usato per l'innesto, che viene fissato alla sinfisi pubica del paziente
* la sensazione tattile che il paziente sarà in grado di percepire nella parte dorsale o ventrale del neo organo, che dipende dall'innervazione presente sul lembo di tessuto utilizzato dal chirurgo
Per quanto riguarda la caratteristica della rigidità, va detto che raramente la falloplastica è in grado di creare un organo idoneo alla penetrazione sessuale; questo deve essere perfezionato in seguito tramite l'impianto di uno speciale dispositivo.
Generalmente, i pazienti transessuali o che presentano gravi anomalie (congenite o acquisite) nella forma e nelle dimensioni del pene, devono sottoporsi non solo alla falloplastica, ma anche a una serie di piccoli interventi di chirurgia secondaria, che sono necessari per ottenere i migliori risultati estetici e funzionali. Ad esempio, dopo il primo intervento ricostruttivo è necessario snellire il fallo e effettuare un rimodellamento del glande.
Conseguenze sull'area di prelievo
Le conseguenze fisiche sull'area del corpo da cui è stato prelevato il tessuto per ricostruire il pene con la tecnica "free flap" possono essere diverse: nei casi di prelievo dal perone, ad esempio, alcuni pazienti hanno riportato la sensazione di instabilità della caviglia, specialmente stando in piedi su una gamba sola o correndo.
Per stabilire le indicazioni di un intervento di chirurgia ricostruttiva del pene è necessario, naturalmente, un consulto andrologico. Deve essere il chirurgo a stabilire, in base alle caratteristiche del paziente e all'entità del problema da risolvere, se la falloplastica può essere risolutiva, e in quel caso qual è la tecnica più adatta a ottenere risultati soddisfacenti con minore invasività.


 


 

Planisfero nuovi iscritti al sito www.studiocastellazzi.com

Seguici su Facebook

Traduci il sito per me

Traduci in ogni lingua per me

 

web

QR code

Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando o chiudendo questo messaggio, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Per saperne di più, clicca su "Approfondisci".