Disidratazione

Scritto da Marco Castellazzi. Postato in Comportamento

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

succhi

Sintomi di disidratazione nei bambini


I bambini, compresi i neonati, sono una delle fasce più a rischio disidratazione perché pesando meno rispetto a un adulto, metabolizzano l'acqua più rapidamente.

Inoltre, i più piccoli spesso si dimenticano di bere o non sentono lo stimolo della sete se presi dal gioco. La disidratazione nel bambini conosce differenti stadi: può essere lieve oppure assumere proporzioni più gravi, fino a richiedere il ricovero in ospedale. Quindi, è molto importante offrire spesso acqua ai bambini. Inoltre, è fondamentale anche osservare il bambino per captare tempestivamente i primi segnali di disidratazione così da intervenire il prima possibile con l'integrazione di liquidi e sali minerali.

Uno dei sintomi di possibile disidratazione (da lieve a grave a seconda di come si manifesta la sintomatologia) del bambino, è la sua irritabilità eccessiva. Infatti, quando il bambino si lamenta senza tregua, non c'è alcunché che lo consoli ed è particolarmente nervoso, nel caso di una situazione a rischio (caldo, febbre, diarrea, vomito) è bene considerare l'ipotesi che si tratti di disidratazione.

Di solito, in queste circostanze, sono presenti anche pochissime lacrime o, in caso di grave disidratazione, vi è pianto con assenza di lacrimazione. Inoltre pelle e labbra del bambino sono molto secche, occhi infossati e, nel neonato, fontanella (punto più morbido sulla sommità del capo) infossata. In presenza di questi sintomi, oltre a offrire al bimbo acqua o poppata di latte materno, è bene recarsi immediatamente dal pediatra oppure al pronto soccorso.

Uno dei segnali che i pediatri indicano sempre come importante, in caso di sospetta disidratazione, è l'urina scarsa o addirittura assente. Ciò si verifica quando il pannolino del bambino resta asciutto per ore e ore, oppure quando i bimbi più grandi non fanno pipì anche per più di 8 ore.

L'assenza prolungata di urina può significare disidratazione anche grave. In caso di mancanza di idratazione, l'urina presente sarà molto più scura della norma.

Risulta, dunque, indispensabile imparare a osservare con attenzione il proprio bambino, anche in rapporto al suo comportamento abituale. Soprattutto quando fa molto caldo e la sudorazione è copiosa, è necessario reintegrare i liquidi persi con dell'acqua fresca (non gelata).

bimbi


 


 

Planisfero nuovi iscritti al sito www.studiocastellazzi.com

Seguici su Facebook

Traduci il sito per me

Traduci in ogni lingua per me

 

web

QR code

Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando o chiudendo questo messaggio, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Per saperne di più, clicca su "Approfondisci".