Dolci rumori

Scritto da Marco Castellazzi. Postato in Comportamento

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

baby

I rumori bianchi tranquillizzano i neonati

Il bambino, nel momento in cui viene alla luce, è pronto a respirare autonomamente e a svolgere tutte quelle azioni che sono legate alla "vita" così come noi la concepiamo.

Eppure, nei nove mesi precedenti, tutto il suo essere è stato fonte ed oggetto di cambiamenti e rivoluzioni, adattamenti successivi che lo portano a diventare il cucciolo che la mamma potrà stringere al seno.

Lo sviluppo sensoriale del feto è incredibile ed è il modo attraverso cui il bambino prende coscienza del mondo che lo circonda. Il tatto gli consente di scoprire se stesso e la placenta che lo protegge, il gusto gli fa conoscere il sapore del liquido amniotico – sapore rassicurante che verrà poi ritrovato nel latte materno – la vista gli permette di riconoscere buio e luce, e l’udito lentamente gli presenta l’ambiente dove un giorno vivrà: il battito del cuore della mamma, i timidi fruscii del liquido che lo avvolge, processi digestivi ed intestinali, poi la voce della mamma, quella del papà e dei familiari, musica e altri suoni.

Ogni rumore, ogni suono, gli giunge ovattato e filtrato attraverso il liquido amniotico, ma l’universo in cui il feto cresce e si sviluppa non è mai silenzioso. I rumori costanti ed attutiti lo tranquillizzano, lo cullano, e l’associazione movimento-suono lo induce alla tranquillità e al sonno.

Dopo la nascita ogni mamma che abbia avuto la fortuna di poter stringere a sé il proprio cucciolo appena nato, ha sicuramente percepito la tranquillità che può infondere nel neonato il contatto pelle a pelle: il bambino appoggia l’orecchio al corpo della mamma e sente immediatamente il suono a lui familiare del battito cardiaco.

È lo stesso istinto millenario che porta le mamme ad appoggiarsi i neonati sulle gambe e a dare colpetti regolari sul pannolino: il rumore continuo e ripetuto, aggiunto al tocco (lo stesso che il feto cefalico avvertiva durante la gestazione) ha un effetto tranquillizzante e rassicurante.

Da queste considerazioni nascono i "white noises", ovvero i rumori bianchi: rumori continui ed ovattati, simili a ronzii di elettrodomestici o ad acqua che scorre, che ricreano i costanti stimoli uditivi che il feto riceveva nell'utero materno.

Tranquillizzano e rassicurano e sono utilissimi nel caso in cui il neonato soffra di coliche o attraversi una delle fasi difficili che tutte le neomamme conoscono benissimo. In questi casi niente tranquillizza il neonato come il ripristino delle condizioni di vita uterine: luci soffuse, contatto pelle a pelle con la madre, rumori bianchi e seno della mamma.

Scopri anche :Papa' e bimbi Dieta bimbi Bimbi e intuito La crescita del mio bimbo Bimbi con un dono ( gifted) Minori e violenza Bimbi ciccioni Bambole terrificanti .


 


 

Planisfero nuovi iscritti al sito www.studiocastellazzi.com

Seguici su Facebook

Traduci il sito per me

Traduci in ogni lingua per me

 

web

QR code

Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando o chiudendo questo messaggio, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Per saperne di più, clicca su "Approfondisci".