Caldo afa e rimedi

Scritto da Marco Castellazzi. Postato in Medicina naturale

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

gelati

Caldo e afa più che italiane africane

umidità alle stelle, temperature in salita rapida e, come se non bastasse, al contrario, la pressione sanguigna punta, sempre più spesso, al ribasso. Se il caldo tende a far scendere pericolosamente verso il basso la pressione, provocando una serie di sintomi e disturbi difficili da sopportare, meglio correre ai ripari, affidandosi ai rimedi più efficaci che la natura può offrire.

L’ipotensione, che si verifica quando la pressione sanguigna si attesta a livelli più bassi del normale, può essere una spiacevole, quanto frequente evenienza che accompagna le calde, ma soprattutto afose, giornate estive. Il calo di pressione, accompagnato da debolezza, malessere, sudorazione abbondante, spossatezza e capogiri, è una sorta di reazione dell’organismoall’aumento della temperatura. Il caldo avanza e il corpo umano, per difendersi dalle insidie dell’afa, mette in atto alcuni “trucchi”, scatenando alcuni processi fisiologici utili a disperdere calore, come la sudorazione.

Tra i rimedi naturali più immediati e “fai da te” ci sono, sicuramente, la liquirizia, da tenere con queste temperature, sempre a portata di mano per le persone predisposte all’ipotensione, e il sale grosso, che, sciolto sotto la lingua, può far rialzare velocemente i valori della pressione sanguigna.

Ottimi alcuni alleati offerti dallafitoterapia, come la salvia, perfetta anche per “arginare” il problema sudorazione eccessiva, il ginseng e il rosmarino. Una buona tazza di infuso di una di queste erbe è la scelta giusta per cominciare e finire al meglio un’afosa giornata estiva che rischia di mettere a dura prova la pressione sanguigna.

Perfetta, per contrastare malessere e stanchezza, anche la tormentilla: il decotto della pianta erbacea, da preparare con l’estratto secco e l’acqua, ha un benefico potere lenitivo e rinvigorente.

Altrettanto naturali e ancora più semplici contro i cali di pressione e i disturbi tipici del caldo, i buoni e tradizionali consigli della “nonna”, come bere molti liquidinell’arco della giornata, almeno due litri di acqua ogni giorno, evitare di praticare sport o attività fisiche impegnative nelle ore più calde della giornata, quelle centrali quando il sole e i suoi raggi rendono il clima davvero rovente, o mangiare alimenti leggeri e facilmente digeribili, preferendo frutta e verdura di stagione a fritti e intingoli ipercalorici.


 


 

Planisfero nuovi iscritti al sito www.studiocastellazzi.com

Seguici su Facebook

Traduci il sito per me

Traduci in ogni lingua per me

 

web

QR code

Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando o chiudendo questo messaggio, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Per saperne di più, clicca su "Approfondisci".