Colon - cancro - alimentazione

Scritto da Marco Castellazzi. Postato in MEDICINA

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

addome

Il cancro al colon

è la causa di morte di quasi 40.000 persone ogni anno. È una delle malattie più preoccupanti, anche se bisogna dire che è anche uno dei tipi di cancro dai pronostici migliori, sempre che venga trattato dalle fasi iniziali.

Innanzitutto bisogna sottolineare che il cancro al colon, come qualsiasi altro, non può essere prevenuto al 100%, poiché è impossibile tenere sotto controllo tutte le variabili. Nonostante ciò, mantenendo una qualità di vita adeguata e seguendo una alimentazione corretta farete molto per la vostra salute. Per questo motivo, oggi vogliamo darvi alcune linee guida di basecon cui cercare di prevenire questo problema nella misura del possibile.

Vale la pena metterle in pratica per la vostra salute e tranquillità.

Consigli nutrizionali per prevenire il cancro al colon
1. Un livello adeguato di fibre

Quanta fibra assumete al giorno? A volte, per via dei ritmi frenetici, ci si limita a mangiare velocemente la prima cosa che c’è nel frigorifero. Per questo si ricorre ai cibi precotti, surgelati o a tutti quegli alimenti ricchi di grassi saturi, sale e farine bianche così difficili da digerire per l’organismo.

Vi saturate, intossicate il fegato e l’intestino smette di ottimizzare le proprie funzioni di base, oltre a far ammalare il colon perché si riempie di elementi nocivi. Bisogna esserne coscienti ed essere consapevoli dell’importanza di aumentare il consumo di fibre. Dovete inoltre sapere che è imprescindibile ingerire tra i 25 e i 35 grammi di fibre al giorno.

Prendete appunti su quali alimenti non possono mancare nella vostra alimentazione:

cereali integrali
avena
segale
riso integrale
farina integrale
legumi
frutta
frutta secca
verdure a foglia verde
verdure come la barbabietola, la carota, la melanzana e il carciofo
2. Limitate i grassi nocivi

Come già sapete, esistono acidi grassi salutari per l’organismo, come nel caso dell’olio di oliva o il grasso proveniente da pesce azzurro o salmone. Fanno tutti parte di quella che viene considerata la migliore dieta al mondo: quella mediterranea.

Il grasso proveniente da carni rosse, zucchero, merendine industriali e così via, invece, è un grande nemico della salute e favorisce lo sviluppo del cancro al colon. Evitatelo. Dovete sapere che quando consumate molti grassi, avete il bisogno di aumentare la quantità di acido biliare per processarli e alla fine questo danneggerà direttamente il colon. È pericoloso.

3. Aumentate la quantità di antiossidanti

Che cosa ne dite di iniziare la giornata con un cucchiaio di olio di oliva e qualche goccia di limone? Sarà ottimo se sceglierete di bere un bicchiere di acqua tiepida con succo di limone a digiuno. È una maniera favolosa di depurare l’organismo e ottenere una bevanda ricca di antiossidanti.

Si tratta di rendersene conto, di assumere il proposito di cambiare la dieta e di aumentare la dose di antiossidanti con cui le difese immunitarie contrasteranno i radicali liberi che causano il cancro.

La frutta e la verdura con un alto contenuto di vitamina A, C ed E è ideale per ottenere maggiori quantità di antiossidanti, quindi includete i seguenti cibi nella vostra alimentazione:

arance e limoni
papaya
carote
fragole
mirtilli
fragole
kiwi
4. L’acido folico

Diversi studi rivelano l’importanza di aumentare i livelli di acido folico per prevenire il cancro al colon. L’acido folico è conosciuto anche come vitamina B9, e rafforza e migliora le funzioni di tutte le cellule dell’apparato digerente, dallo stomaco al colon. Le ottimizza e le protegge.

Non esitate ad assumere degli integratori se lo ritenete necessario. Potete consultare un medico per farveli prescrivere o potete trovarli in farmacia o nei negozi di prodotti naturali. Tuttavia, potete ottenere l’acido folico anche attraverso una alimentazione adeguata. Questi sono gli alimenti che possono esservi di aiuto:

il succo d’arancia naturale e appena spremuto
il cavolo riccio
gli spinaci
i broccoli
le bietole
le lenticchie
gli asparagi
il cavolo cappuccio
i cavoletti di Bruxelles
i piselli
le arachidi
l’ortica
le patate dolci
l’avocado
il melone
la banana
5. La vitamina D

Da quanto dicono gli scienziati e i nutrizionisti, le probabilità di sviluppare un cancro al colon sono di gran lunga minori se si hanno livelli adeguati di vitamina D. Nel momento in cui c’è una carenza di questa vitamina, si corre il rischio di contrarre numerose malattie.

Il problema principale è che la vitamina D non è molto presente negli alimenti, quindi dovreste parlare con il vostro medico per farvi sottoporre alle analisi pertinenti e per valutare se avete bisogno o meno di aumentare i livelli di questa vitamina. Se così fosse, vi prescriverà degli integratori che vi saranno di grande aiuto. Tuttavia, segnate anche queste fonti naturali che possono aiutarvi ad aumentare i livelli di vitamina D:

Il sole: prendete il sole ogni volta che potete, ma facendo attenzione a non esporvi nelle ore più calde della giornata, tra le 12 e le 15, quando è più intenso;
Il salmone e le sardine
Il fegato di pollo;
Il latte arricchito con vitamina D, che potete trovare nei supermercati.

Vedi anche : Cancro colon-retto COLONSCOPIA Batteri intestinali Pesce e polipi intestinali COLITE RITENZIONE IDRICA 10 consigli Obesita' e tumore Acai e tumore Grasso e tumore .


 


 

Planisfero nuovi iscritti al sito www.studiocastellazzi.com

Seguici su Facebook

Traduci il sito per me

Traduci in ogni lingua per me

 

web

QR code

Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando o chiudendo questo messaggio, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Per saperne di più, clicca su "Approfondisci".