Pillole di buonismo

Scritto da Marco Castellazzi. Postato in Comportamento

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

I ricercatori della University of California di Berkeley e di San Francisco

stanno mettendo a punto una "pillola della bontà", che ci rende compassionevoli, aumenta l'empatia verso gli altri e ci fa essere più equi.

pillole

Su 35 persone è stato testato un farmaco in grado di produrre artificialmente proprio sentimenti di bontà. Il farmaco, a base di tolcapone, che prolunga gli effetti della dopamina, una sostanza chimica prodotta dal cervello e legata a sentimenti come la ricompensa e la motivazione, agirebbe modificando l'equilibrio neurochimico nella corteccia prefrontale del cervello, responsabile della personalità, del comportamento sociale e della capacità decisionale.

"Di solito pensiamo all'equanimità come una caratteristica stabile della nostra personalità - ha detto Ming Hsu, una delle autrici della ricerca - il nostro studio non rifiuta questo concetto, ma mostra come questo tratto della personalità possa essere sistematicamente influenzato 'prendendo di mira' alcune specifiche vie neurochimiche nel cervello umano".

Questa pillola potrebbe essere il futuro nel trattale malattie mentali come la schizofrenia o le dipendenze.

La compassione è qualcosa che accompagna l'uomo da milioni di anni ed è precedente, addirittura, allo sviluppo delle capacità cognitive e della parola secondo una tesi sostenuta dalla studiosa dell'evoluzione umana Penny Spikins, dell'Universita' di York, nel volume 'How Compassion made us Human'. Secondo la studiosa alcune ricerche evidenzierebbero come gli esseri umani che hanno vissuto più di 3 milioni di anni fa si siano curati e aiutati a vicenda per sopravvivere, prima ancora di imparare a parlare, una cosa appresa molto più tardi, circa 150mila anni fa.


 


 

Planisfero nuovi iscritti al sito www.studiocastellazzi.com

Seguici su Facebook

Traduci il sito per me

Traduci in ogni lingua per me

 

web

QR code

Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando o chiudendo questo messaggio, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Per saperne di più, clicca su "Approfondisci".