Pomodoro e prostata

Scritto da Marco Castellazzi. Postato in MEDICINA

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Nascoste nel pomodoro esistono proprietà benefiche in grado di preservare dallo sviluppo del cancro alla prostata. La ricerca, condotta dalle Università di Bristol, Cambridge e Oxford, è pubblicata su Cancer Epidemiology, Biomarkers & Prevention. Dai risultati pare che gli uomini che consumano abitualmente questo ortaggio corrono un rischio più basso del 20% di ammalarsi di questa neoplasia. Può essere consumato crudo, cotto o sotto forma di succo, poco importa: a fare la differenza è infatti il licopene, un potente antiossidante capace di proteggere l'organismo dai danni cellulari che conserva una buona biodisponibilità anche dopo la cottura. I ricercatori sono giunti ai loro risultati monitorando dieta e stile di vita di 20 mila uomini britannici di età compresa tra i 50 e i 69 anni. Coloro che consumano 10 o più porzioni di pomodoro a settimana hanno il 18% di probabilità in meno di ammalarsi di cancro alla prostata rispetto a coloro che ne consumano quantità inferiori. Tuttavia, ulteriori studi devono essere condotti per confermare i nostri risultati”. Gli studiosi hanno anche esaminato i benefici per la salute umana derivanti dal consumo di frutta e verdura fresche, rilevando che gli uomini che ne consumano 5 o più porzioni al giorno hanno un rischio di sviluppare il cancro alla prostata inferiore del 24% rispetto a coloro che sono soliti mangiarne due porzioni o meno. Dallo studio è emerso che oltre al licopene anche il selenio (presente in pasta e pane) e il calcio (presente soprattutto in latte e derivati) risultano protettivi contro il cancro alla prostata. Piuttosto però che focalizzarsi sul consumo di uno solo di questi nutrienti, per contrastare l'insorgenza di questa neoplasia è bene affidarsi ad una dieta sana ed equilibrata che comprenda molta frutta e verdura fresca, senza dimenticare di fare esercizio fisico in modo regolare.


 


 

Planisfero nuovi iscritti al sito www.studiocastellazzi.com

Seguici su Facebook

Traduci il sito per me

Traduci in ogni lingua per me

 

web

QR code

Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando o chiudendo questo messaggio, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Per saperne di più, clicca su "Approfondisci".